Acquisti online
Ecstasy Love

Eliselle
"Ecstasy Love."

Eumeswil Edizioni



Laureande sull'orlo di una crisi di nervi

Eliselle
"Laureande sull'orlo di una crisi di nervi."

Fabrizio Filios Editore


Links
LaPecoraSclera.it
EroxŔ
Brividogiallo
Eliselle WebSite
Liberaeva
Factory - libero diario sulle discipline artistiche
Bruscocartoons.it
Bardam¨
XoMeGaP
Prospektiva
Spigolature.it

Google AdSense
Peppard the Mad Dog

- Cartoons -


Alberto Pagliaro

Peppard the Mad Dog è un fumetto scritto da Michelangelo La Neve e disegnato da Alberto Pagliaro pubblicato da Gennaio 2008 dalla rivista Maxim. È un fumetto erotico ambientato a Londra che vede come protagonisti un ragazzo italiano e tre artiste giapponesi politicamente impegnate. Delirio.NET è andato a cercare l’artista Pagliaro per fargli qualche domanda sul fumetto e sulla sua vita professionale.

Leggi tutto

Delirio.NET : Quando hai iniziato a disegnare e quali sono stati i tuoi primi passi come artista?

Non ricordo un solo giorno della mia vita in cui non ho disegnato, disegnare fumetti per me ha sempre rappresentato una via di fuga dalla realtà, un bel gioco; e ancora oggi in parte è così.
Finite le medie, mi sono iscritto all'Istituto d'Arte di Firenze dove ho conseguito il Diploma in Moda e costume; ebbene sì, sarei una specie di Stilista/sarto/figurinista negato.
Finiti gli studi, compreso che la moda era un ambiente troppo complicato e che come fumettista valevo qualcosa, ho iniziato a propormi ai vari editori e a promuovere il mio lavoro attraverso la creazione di associazioni artistiche. Parallelamente però ho partato avanti con grande passione le seguenti attività: giardinaggio, volantinaggio, operaio, baby sitter.
Dopo qualche anno di gavetta (10 anni) ho iniziato a farmi conoscere a livello nazionale ed internazionale e a lavorare per le agenzie pubblicitarie, oltre che ad insegnare alla Scuola iinternazionale dei Comics di Firenze, realizzando così il mio sogno, di vivere di sola arte..

Delirio.NET : Come nasce la passione per il fumetto erotico?

Parlerei più di passione per la figura femminile, fiin da piccolo ho sempre disegnato donne nude; amo perdermi tra quelle belle forme, che esprimono non solo una sessualità, ma anche un’anima, una forza, un'autorità.

Delirio.NET : Ci racconti della genesi del fumetto Glamrockerotico "Peppard the Mad Dog"?

Quando mi è stato proposto il progetto, ho pensato subito a qualcosa che in qualche modo fornisse un’idea di fine del mondo, di una specie di apoteosi della follia umana, perchè Maxim racconta questa follia, fatta di belle donne, soldi, successo, ma tutto ciò non deve essere visto solo come qualcosa da criticare, ma come una delle tante manifestazioni di un disagio di vivere di una parte importante della nostra società, ed io, con la mia arte ne celebro la morte, esasperandone ulteriormente l’estetica.
La cultura legata al Glam rock con i suoi eccessi ha rappresentato questo, forse in modo inconsapevole: era la morte, ma vestita a festa; quindi, associare i termine Glam e rock a questo fumetto erotico mi è sembrato naturale per identificare il senso del mio lavoro.

Delirio.NET : Hai degli artisti che ami in particolar modo e a cui ti sei ispirato per il tuo lavoro?

Per la realizzazione di Peppard, mi sono ispirato ad artisti come Moebius, Toppi, Nine.

Delirio.NET : Quanto conta la sperimentazione per l'artista?

È fondamentale, è l’operazione che ci distingue dagli artigiani. Io per il mio lavoro mi impongo sempre di realizzare opere che non si assomiglino mai tra di loro, tutto ciò è molto faticoso, perchè ogni volta sono costretto a mettermi in discussione e quando scopro inevitabilmente certi miei limiti, allora comprendo meglio la mia forma, che grazie al duro lavoro e alla ricerca però, può espandersi, per diventare altro..

Delirio.NET : Qual è la situazione più delirante che ti è capitato di vivere nel tuo lavoro o nella tua vita?

Nel mio lavoro, quando una letterista della rivista Selen mi sveglia telefonandomi prestissimo la mattina per dirmi se doveva scrivere "Mettimelo in culo " o "Spingimelo tutto nel culo". Dopo avergli risposto "mettimelo nel culo" ho attaccato il telefono e ho fatto colazione come se nulla fosse accaduto, poi verso l'ora di pranzo ho iniziato a ridere, da solo, come uno scemo.

Delirio.NET : Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Ne ho tanti, ma quello a cui tengo di più è riuscire ad incidere il primo CD del mio gruppo i "Fulgido Esempio".


Premiata Officina Pagliaro

 

   

   

Immagini gentilmente concesse da Alberto Pagliaro


News precedente - HOME PAGE - News successiva

Mailing List
Resta aggiornato con la mailing list di Delirio.NET.

E' gratis e basta un indirizzo e-mail funzionante.

Iscriviti ora!
 
Nome  
 
E-Mail  
 
   
code  


Google AdSense

Banners

Admin Panel
 
User  
 
Pass  
 
   

Contatti

Joe
Eliselle
Fulvio
Simone C.
Chiara B.
Daniele Pelliccia


Google AdSense

Valid XHTML 1.0!