Acquisti online
Ecstasy Love

Eliselle
"Ecstasy Love."

Eumeswil Edizioni



Laureande sull'orlo di una crisi di nervi

Eliselle
"Laureande sull'orlo di una crisi di nervi."

Fabrizio Filios Editore


Links
LaPecoraSclera.it
Eroxè
Brividogiallo
Eliselle WebSite
Liberaeva
Factory - libero diario sulle discipline artistiche
Bruscocartoons.it
Bardamù
XoMeGaP
Prospektiva
Spigolature.it

Google AdSense
Giorgia – italian CosplayGirl

- Cartoons -


Giorgia

È una delle più famose cosplayer italiane conosciuta in tutto il mondo, ha interpretato innumerevoli personaggi di manga, film e videogiochi e il suo fascino ha conquistato anche il Messico e il Giappone. Eclettica e vulcanica, Giorgia Vecchini si racconta in un’intevista esclusiva a Delirio.NET e ci regala un assaggio delle sue interpretazioni.

Leggi tutto

Delirio.NET : Quando hai capito che avresti voluto non solo assistere alle avventure, ma anche impersonare i caratteri dell'animazione giapponese che più ami?

Ho iniziato per gioco. Il mio primo costume, quello di Sailor Mars, risale al lontano 1997. Eravamo davvero in pochi allora a girare per le fiere nei panni dei nostri personaggi preferiti, e nemmeno sapevamo che questo hobby fosse già stato codificato come “cosplay” e che in Giappone, sua patria d’origine, fosse una pratica dilagante già a partire dai primi anni novanta. In realtà, siccome alla manifestazione di fumetti e animazione per eccellenza che è Lucca Comics, era pratica usuale per i ragazzi dediti ai vari Giochi di Ruolo vestirsi come i loro personaggi, anche noi amanti dell’animazione e dei manga pian piano abbiamo iniziato a presentarci con i nostri personalissimi costumi, in cosplay appunto. Quello che era nato per essere un approccio divertente con cui girare assieme ad altri amici per queste convention è diventato col passare del tempo uno dei miei hobby principali, considerato che oramai non mi limito solo a presenziare alle fiere, ma spesso collaboro nell’organizzazione e nella conduzione di questi contest.
Da lì a qualche anno questo fenomeno sarebbe esploso facendo aumentare sempre di più il numero di appassionati che si avvicinano a questo mondo, arrivando a contare nelle gare dedicate anche più 400 partecipanti!

Delirio.NET : Come si concilia la vita di cosplayer con quella di tutti i giorni? Che reazioni hanno le persone che non sono dentro a questo mondo, e come gestisci quelle più problematiche, se ve ne sono?

Il cosplay, se praticato ad alti livelli come nel mio caso, è un hobby/lavoro che porta via gran parte del tempo libero.
La ricerca dei materiali è praticamente continua.
Anche quando sono in giro per del normale shopping, la deformazione professionale mi porta a guardare ogni cosa nella prospettiva del “potrebbe servirmi per…” una tattica vincente quando hai bisogno di palle natalizie ad agosto ^_^
Chi mi sta attorno ormai ci è abituato....e pensa che in fondo c’è anche chi ha passioni più strane...
I miei genitori, dopo un’iniziale diffidenza, sono diventati i miei maggiori collaboratori, dato che mia madre è molto brava a cucire e quindi è indispensabile per la parte sartoriale e mio padre, fabbro e falegname, è un’insostituibile artefice d’armi e altri ninnoli di corredo.
I miei amici invece hanno sempre dimostrato curiosità e interesse verso questo mio divertente hobby, e anzi, sono piuttosto curiosi di sapere come procedono i preparativi per i costumi (il giorno precedente la trasferta nel Sol levante han fatto la spola a casa per vedere il costume ed augurarmi buona fortuna!) e di vedere le nostre performance videoregistrate.
Non mi è mai capitato di incontrare in real life persone problematiche. Di solito i detrattori, quelli che pensano si tratti di una carnevalata fuori tempo, si nascondono e pontificano dietro account anonimi in rete. Senza uscire allo scoperto.

Delirio.NET : Quando e come si diventa una celebrity nel campo del cosplay? Come spieghi il successo degli ultimi anni di questo fenomeno?

Nel mio caso c’è stata una lunga gavetta, giunta al culmine con la vittoria al World Cosplay Summit del 2005 in Giappone che mi ha fatto conoscere al resto del mondo, con conseguenza di inviti e ospitate a varie trasmissioni, ed eventi internazionali. Ora farsi notare è sicuramente più facile rispetto a qualche anno fa quando si trattava di un hobby davvero per pochi appassionati. Basta avere un sito ben fatto e ovviamente bei costumi per lasciare il segno.
Inoltre gli appuntamenti sono davvero tanti, non uno all’anno come all’inizio, per cui ci sono molte possibilità di mostrare i propri lavori e farsi conoscere, per non parlare dei tam tam dei forum.
Praticando il cosplay dal 1997 posso a ragione affermare di aver assistito ad un’evoluzione notevole. Le fiere di Romics e Lucca sono gli esempi più eclatanti di quanta maestria ci possa essere in questo hobby.
E soprattutto man mano che l’hobby si diffonde si alza anche il livello delle creazioni.
Grazie a E-bay ora è più facile recuperare materiali, props, parrucche e oggettistica varia che rende il cosplay perfetto, ma che fino a pochi anni fa era impensabile avere a meno di non spendere cifre folli e andarle a recuperare direttamente in loco.
Inoltre la diffusione di siti internet in cui i vari cosplayer del mondo mostrano le proprie creazioni spinge ad uno spirito di emulazione non indifferente.
E per finire aggiungerei che anche l’arrivo del World Cosplay Summit e la possibilità di viaggiare gratuitamente una settimana in Giappone e rappresentare il proprio paese, esercitano sui cosplayer un’attrattiva non indifferente, che li spinge a migliorare sempre di più costumi e performance e, ovviamente, acuisce lo spirito di competizione , che nei primi anni di diffusione era molto più ludico.

Delirio.NET : C'è un personaggio che hai interpretato a cui sei più affezionata? Ce n'è uno che non interpreteresti mai, e perché?

Beh, sarà banale, ma ovviamente l’arpia Silen di Devilman, il costume con cui ho vinto il World Cosplay Summit 2005 a Nagoya.
Che soddisfazione più grande ci potrebbe essere che ricevere il premio dalle mani di Leiji Matsumoto?
Comunque tra i miei costumi più riusciti annovererei senza dubbio Sailor Pluto, Mai Shiranui, Alcyone e Wonder Woman.
Anche dall’estero mi arrivano continue richieste riguardo questi costumi, e nelle manifestazioni cui mi invitano spesso mi chiedono di portare proprio questi cosplay che sono considerati un po’ il mio cavallo di battaglia.
Per quanto riguarda costumi che non interpreterei mai senza dubbio Chii di Chobits, troppo lezioso, e i personaggi di Final Fantasy, belli ma troppo inflazionati!

Delirio.NET : Come prepari i costumi e scegli le location dei servizi fotografici? Fai tutto da sola o hai qualcuno che ti aiuta?

Sì, lavoro in tandem con un team vincente e ne sono veramente orgogliosa.
Per la parte sartoriale ho un valido aiuto da mia madre, che è davvero bravissima. Ci consultiamo, scegliamo insieme le stoffe, decidiamo come realizzare il modello e tutto il resto.
Mio padre invece, fabbro e falegname, mi aiuta con la realizzazione al grezzo degli accessori.
Siamo un buon team!
Per le location, è uno studio a tavolino con il fotografo, cui spiego che tipo di personaggio sto interpretando e la dimensione in cui si muove; quindi se conosciamo dei luoghi che potrebbero fare a caso nostro ci muoviamo per un sopralluogo e decidiamo, altrimenti inizio a consultare l’enciclopedia del Veneto paese per paese alla ricerca della location ideale
Poi ci vuole una discreta faccia tosta a presentarsi e chiedere i permessi, ma in linea di massima ne cavo sempre fuori qualcosa.

Delirio.NET : Com'è il rapporto coi tuoi fan e in generale, con gli appassionati di cosplay?

Ho conosciuto e spesso incontrato persone meravigliose sia in Italia che all’estero; spesso sono nate belle amicizie, in altri casi , magari per via della lontananza, ci si sente per e mail o altri mezzi.
Ricevo un sacco di mail in cui mi si chiedono info e consigli, e la luce sotto cui sono vista è spesso altalenante. All’estero, Messico e Giappone, mi trattano davvero come una principessa, potrei raccontarvi episodi davvero estremi in tal senso.
Qui nel Belpaese da un parte c’è chi mi considera una sorta di guru, dall’altra chi cerca di far finta che io non esista, vuoi per malcelate invidie, vuoi per pregiudizi di varia natura. Ogni tanto su vari forum sparsi per la rete leggo delle discussioni quantomeno fantasiose sulla mia persona.
A volte sorrido, a volte rispondo a tono…
Luci e ombre di essere “qualcuno” anche se in un hobby di nicchia.

Delirio.NET : Domanda topica di Delirio.NET: qual è la cosa accaduta o la persona più strana o delirante che ti è capitato di incontrare sul tuo cammino?

Forse il mio fan giapponese che mi segue da tre anni e mi regala strani fotoromanzi fotografici in cui le barbie che crea da solo (e a cui cuce i costumi) hanno le mie sembianze e combattono contro i cattivi; tremendamente kitsch!
Inoltre scrive pure le battute dei vari scatti e le traduce con babelfish in italiano, non potete capire cosa ne esce XD, non so se sia più delirante o inquietante…

Delirio.NET : I tuoi prossimi progetti?

Il papà delle Winx, Iginio Straffi, mi ha richiesto espressamente nei panni di Flora per lo spettacolo Winx del 1° Giugno a Roma, ed è davvero una bella occasione, e poi ovviamente mi aspetta il Giappone due settimane ad Agosto tra World Cosplay Summit e Comiket, la maggiore fiera d’animazione mondiale, e progetti legati al mondo musicale dell’eurobeat!



Sito ufficiale di Giorgia: GiorgiaCosplay [italian CosplayGirl]

 

   

   

   


Immagini gentilmente concesse da Giorgia Vecchini


News precedente - HOME PAGE - News successiva

Mailing List
Resta aggiornato con la mailing list di Delirio.NET.

E' gratis e basta un indirizzo e-mail funzionante.

Iscriviti ora!
 
Nome  
 
E-Mail  
 
   
code  


Google AdSense

Banners

Admin Panel
 
User  
 
Pass  
 
   

Contatti

Joe
Eliselle
Fulvio
Simone C.
Chiara B.
Daniele Pelliccia


Google AdSense

Valid XHTML 1.0!